giovedì 5 luglio 2007

Etsi Vasco non daretur?

Vasco Rossi, ovvero l'artista più sopravvalutato del panorama musicale italiano.
So che mi tirerò addosso le ire delle centinaia di migliaia di suoi fans, ma chissenefrega, la penso proprio così.
E per carità, anche io lo apprezzo, ho l'i-pod strapieno dei suoi pezzi che, a onor del vero, hanno fatto la storia della musica italiana, e, aggiungo, se non fosse per il prezzo francamente esorbitante dei biglietti andrei spessissimo ai suoi concerti. Ma non mi considero affatto un suo fan. Perchè? Ecco perchè: sta di fatto che da almeno un lustro a questa parte il vecchio Blasco non riesce più a partorire qualcosa di minimamente sensato a livello di liriche. Belle le musiche, accattivanti i ritmi, addirittura esaltanti gli assolo di chitarra, ma i testi fanno RACCARE.
Sento "Alba chiara", "Fegato spappolato", "Sally", "Faccio il militare" o "Colpa di Alfredo" e penso: Vasco è un Mito con la maiuscola. Poi ascolto "Tutto può succedere", "Basta poco" e, ahimè sì, anche "Rewind" e penso: no, non può essere lo stesso Vasco di prima. Sono arrivati gli alieni, lo hanno rapito e lo hanno sostituito con un clone.
E la cosa più allucinante è che il 90% del popolo bove che oggi va ai suoi concerti accalcandosi ai cancelli degli stadi come gli immigranti a Coney Island o a Lampedusa lo apprezza più per questi ultimi brani che per quelli di un tempo... Bah...
Sic transit gloria mundi
Ps lunedì sono andato al concerto degli Eelst. Il miglior gruppo rock italiano contemporaneo. E il miglior gruppo "qualunquegenere" italiano contemporaneo, dato che da meravigliosi eclettici quali sono si cimentano con straordinario successo su qualsiasi nota. E' da quattro anni che non partoriscono un albun eppure continuano a fare il tutto esaurito ai concerti. Ogni testo, anche quello in apparenza più idiota, è in realtà denso di filosofia. Quelli sono i veri miti.
Sic stat gloria mundi

7 commenti:

Alessandro ha detto...

Per quanto riguarda Vasco non me la sento di dire che non sia più riuscito a partorire nulla di sensato negli ultimi anni, anche se posso dire che rispetto ad alcuni suoi capolavori degli anni passati alcune canzoni degli ultimi album non sono allo stesso livello, però ha fatto anche alcune canzoni come ad esempio E..., Un senso oppure stupido hotel che non sono per niente brutte, anche se magari non raggiungono i livelli di canzoni come Sally, Albachiara e altri capolavori degli album meno recenti...

Alessandro ha detto...

Pensandoci bene non è che il problema è che non facendolo al colonia sonora non puoi andarci gratis con il pass da giornalista?

Pautasio ha detto...

Ehi, Ale, non ti facevo così cinico e disilluso... ehehehehe. Comunque no, il biglietto intero sarebbe stato solo di 12 euro, e in ogni caso per Elio caccerei fuori anche 100 euri

Yngwie ha detto...

Allora, premetto ke non sono mai stato interessato a Vasco + di tanto, e sono andato al concerto + x i kitarristi ke x lui propriamente, ma da quando l'ho visto live credo di aver cambiato opinione; ora...io son la persona + pacifica del mondo (e bada bene ke nn ho detto PACIFISTA, dato ke in qlc misura sono vigliacchi dal mio punto di vista), ma quando sento dire ke Vasco è il rocker italiano + sopravvalutato e gli EeLST un gruppo di accoliti alla neo-filosofia post moderna dispensatori di profondi pensieri non dico ke mi vien da ridere ma quanto meno ringrazio ke mio padre sia dentista così il mio sorriso è sempre bianchissimo...
Dai non ci prendiamo in giro: un filosofo non scriverebbe canzoni come "mi son strappato i peli del culo", lo scriverebbe in maniera quanto meno + educata, cortese e filosofica (essendo in qlc modo l'affermazione diretta una antitesi incontrollata del concetto stesso di filosofia).
Io vengo in pace come gli altri lettori del blog, quindi sono sicuro ke capirai lo spirito amikevole della battuta: sei giornalista? ki ti pubblica? le edizioni "La Stronzata" ??

Pautasio ha detto...

"...e del cul fece trombetta". Lo ha scritto Dante Alighieri. Dove e come, lo lascio scoprire a te, per non toglierti il gusto della ricerca della conoscenza. vedrai, sarà bellissimo.
Qui certamente il Sommo non è stato educato e, soprattutto, cosa ancor più incredibile, non si riferiva a Yngwie nell'atto di postare il suo commento.
Non lo sto dicendo per paragonare Elio a Dante, ma per sottolineare come i migliori possano calcare le lande più basse e nebbiose senza che per
questo la loro sublimità ne venga minimamente intaccata. Perchè anche "Mi son strappato i peli del culo" è una poesia decadente, diecimila volte meglio di quel frullato di luoghi comuni vecchi comemia nonna intitolato "Basta poco".
In ogni caso non ho mai nemmeno detto che Elio sia un filosofo postmoderno vattelapesca, bensì che dispensi profondi pensieri, talvolta densi di filosofia. Saranno anche sfumature che probabilmente chi scrive come una quattordicenne sul suo diario segreto non è in grado di cogliere, ma è così.
Sta di fatto che non hai addotto una prova una a confutazione delle mie tesi, invece così ben e lungamente argomentate, indi per cui non solo non hai convinto me ma nemmeno i frequentatori del blog sulla bontà del tuo Vascopensiero. Ossequi



Ps ho un grande senso dell'umorismo, Yngwie, e mi fa piacere che tu sia stato (o forse stata, boh) tanto sagace da indovinare al volo la mia casa editrice, ma ora tocca a me farti una domanda: è tanto difficile per te scrivere in italiano corrente, o devo presumere che alle elementari eri sempre così cagionevole di salute da poter seguire le lezioni esclusivamente vis sms?

Yngwie ha detto...

Xkè??Nn riesci a legg qllo ke skrivo??
Cos'hai?? 89 anni??
P.S.: se l'amatore di Dante detentore nonchè gestore di codesto blog incrementasse di solo un poco la sua cultura musicale (per carità magari per lui è più che sufficiente pennellare la sua ugola cantando "Burattino senza fichi") saprebbe:
1)chi è YNGWIE JOHANN MALMSTEEN
2)una volta venuto a conoscenza del punto 1 sarebbe in grado di dedurre il sesso del sottoscritto...
Ma lo lascio scoprire a te chi è Yngwie Malmsteen, sai per non toglierti il gusto della ricerca della conoscenza. Vedrai, sarà bellissimo.

Pautasio ha detto...

Wikipedia mi ha insegnato chi � Yngwie in una manciata di secondi. A te non basteranno i miei presunti 89 anni per imparare a scrivere in italiano corrente. E nemmeno in svedese