martedì 8 maggio 2007

35

Prima 300, poi 23 ed ora 35. A giudicare dai titoli dei miei post parrebbe che io stia dando i numeri. Verissimo.
Ma a parte questa lapalissiana considerazione, c'è una storia che voglio raccontare. E' la storia di 35 legionari prodi e coraggiosi, che ogni due domeniche, partendo dal loro piccolo "castra" fortificato nella valle del Reno, muovono guerra su un campo di battaglia sempre diverso ad un'armata di migliaia e migliaia di temibili samurai, ottimamente addestrati e ancor meglio equipaggiati, e fino a ieri considerati invincibili. E li battono. E' accaduto già tre volte. La prima, channo conquistato la terra della Regina di Saba. La seconda, hanno bloccato il passo alle nipponiche armate sullo stretto dei Dardanelli. La terza, li hanno costretti a chinare il capo alle porte della loro stessa terra, laggiù nel lontano Catai.
Questo racconto vi pare forse follia? No, questa non è follia.
QUESTO E' BORGO PANIGALE!
QUESTO E' IL TEAM DELLA ROSSA SU DUE RUOTE!
Forza Ducati!!!
Alè Casey "Caesar" Stoner!!!
Dai Loris "Q.F.M. Cunctator" Capirossi!!!

6 commenti:

Fabruzum ha detto...

Mmmmh, io resto tifoso del Dottore, nonostante la simpatia che ho verso la Ducati (specie Bayliss). Certo è che la Ducati è un po' come l'Inter, dopo tanti anni ad investire mezzi e risorse, qualcosa si ricava... ;-)

Cordialmente,
Fabruzum

Pautasio ha detto...

La Ducati sta all'Inter come Ylona Staller sta alla verginità. E, soprattutto, la Ducati per vincere un mondiale non ha bisogno di far retrocedere la Yamaha nel campionato riservato ai monopattini sostenendo che vinca le gare perchè i suoi dirigenti corrompono le modelle ombrelline dei paddok.
Chi ha orecchie per intendere intenda. Tutti gli altri in roulotte.

Anonimo ha detto...

o in camper...

Pautasio ha detto...

Non importa il mezzo.
Cosa te ne fai, infatti, di un veicolo a metà?

Louis ha detto...

segui il motomondiale:
61p.

Pautasio ha detto...

No, non lo seguo. Corrono tutti troppo veloce